"Alla fine si scrive anche per questo: abbracciare e animare l’invisibile per rendere più sopportabile l’esistente."

Punteggiatura in quarantena

È di queste ore la notizia che, dopo l’eliminazione delle vocali e dei periodi brevi, il governo sta studiando un dpcm che limiti l’utilizzo dei segni d’interpunzione. Il provvedimento, tengono a sottolineare dal Comitato...

Noi cavie senza più agorà

4
Sono sette mesi che siamo entrati nel reality Il Grande Covid. E ci siamo talmente dentro che abbiamo rinunciato alla democrazia. Una bella pietra sopra al ragionamento, al produttivo scontro tra idee, alla nobile...

Quando i poeti ritornano in città

0
Il Bar dei Giuramenti è quel gazebo in fondo al mare, sospeso su una nuvola, con i tavolini avoriati che sembrano chierichetti festanti dopo il mistero della fede. Ha come tetto un colabrodo rovesciato...

La spuma della Libertà

0
Fu una luna rassegnata alla frattura del mare a convincere la Libertà a scrivere sulla spiaggia una lettera con la spuma delle onde. Di parole decisive e proclami non ne aveva più né immaginava...

Quando passa il forestiero

0
Scampato all’ennesima rissa dei rimorsi, s’incamminò un giorno verso una traversa ragionante di begonie e lance d’agave. Chi lo incontrò in quella scorciatoia sorvegliata da una chiesa di pietre, s’imbatté in un’ombra priva d’anima,...

Dal cielo di San Lorenzo è tutto

0
Il miracolo della luce che cade. Le begonie filanti raccolte in botole di buio, le efelidi di una Venere pallida che attende il battito di un eroe, i graffi d’un gatto ramato sui tetti...

Pantani, l’immortale del Galibier

0
(Ciclo "Nostalgia canaglia": 2 agosto 1998). E i miti si fanno vivi all’ora propizia, mentre il cielo si scioglie, gli uomini non fanno gli uomini, i mediocri dettano legge e quel fetente di Fato...

C’era una volta Mario Paciolla

0
Aveva gli anni di Cristo, parlava più lingue degli apostoli, scriveva poesie, recuperava sogni nei Sud del mondo, aveva il talento dell’inquietudine e il coraggio della libertà, attraversava terre dove gli occhi dell’inferno non...

L’attitudine a saper perdere

2
Uscito a fatica da un assembramento di luminari del bagnasciuga, riparato il ponte di un precario castello di sabbia, si lasciò alle spalle il lido delle grandi batoste, trattenendo dentro il tepore della sconfitta...

Iscrizioni aperte per la rivolta sociale

0
Stare nel guado tra il comico e il tragico è l’attitudine del blob governativo che tiene l’Italia relegata nel covo dell’incerto. Non v’è un solo messaggio che arrivi dal cabinato dell’ex avvocato del popolo...

Sulla nave della tracotanza

2
Nel rullio di quei giorni frustranti, abbandonato dai sogni, si ritrovò passeggero di una nave di tracotanza. Non era il viaggio che aveva programmato, ma la ressa all’imbarco e i fucili puntati del tempo...

A proposito di Max

Sono Max De Francesco, puoi chiamarmi anche Massi. Scrittore, giornalista, editore, bardo. Raccomandato dalle idee, recupero sogni e mi difendo creando. Non ho mai smesso di prendere lezioni di atterraggio.

Seguimi sui social

Un giro di bardo

Le rubriche