HomeCaduta MassiDpcm di giugno, anteprima shock

Dpcm di giugno, anteprima shock

Giuseppe Conte si è portato avanti con il lavoro. Prevenire è meglio che curare. Il Dpcm di giugno è già in fase avanzata con il placet del comitato tecnico-scientifico. In esclusiva, anticipiamo gli undici punti cruciali del discorso del premier – la cui bozza shock già circola nelle redazioni -, previsto per il 2 giugno, giorno in cui si celebrerà la festa della Repubblica “a distanza” fondata sul lavoro dei braccianti.

1) Chi non riuscirà a pagare i fitti potrà lasciare il locale e occupare, a canone agevolato, marciapiedi, stazioni, aiuole di parchi pubblici, cabine in disuso di stabilimenti balneari e aree non attrezzate sotto ponti e porticati;

2) Per il settore della ristorazione abbiamo pensato a un provvedimento unico al mondo: invieremo nelle strutture in crisi navigator e figuranti, provenienti dal mondo del cinema e dello spettacolo, che interpreteranno il ruolo di turisti. Poiché dovrà essergli garantito un pasto, nei prossimi giorni sarà definito un menù fisso e competitivo il cui rimborso potrà essere richiesto con un clic sul sito dell’Inps;

3) Nell’attesa del vaccino abbiamo deciso, in comune accordo con Amadeus, Maria De Filippi e Achille Lauro, di indire un concorso nazionale per selezionare i virologi televisivi per il talent show X Covid. Posso già anticiparvi che la giuria sarà presieduta da una “potenza di fuoco” capitanata da Barbara D’Urso e Roberto Burioni;

4) Dopo la precauzionale scarcerazione di 376 malavitosi a causa dell’emergenza sanitaria, abbiamo provveduto all’istituzione di una task force per riportarli nei penitenziari. Su mia sollecitazione, il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ha telefonato personalmente agli affetti stabili dei boss liberati non solo per sapere come procedeva la convalescenza, ma soprattutto per rassicurarli che sosterremo psicologicamente i loro cari nel momento in cui dovranno ritornare in un regime di restrizione di libertà;

5) In merito alla questione della liquidità, sollevata con forza e lungimiranza da Confindustria, nella consapevolezza che la fase della ripartenza economica sarà più lenta del previsto, ci è sembrato giusto evidenziare in questo Dpcm che i contributi a fondo perduto non sono arrivati ancora a destinazione non per responsabilità del Governo ma perché sono perduti. Lo dice la parola stessa. Stiamo vagliando tutte le possibilità per capire in che modo rintracciarli attraverso un’ipertecnologica app, sviluppata da una società guatemalese in sinergia con un’azienda sarda, che sarà testata nelle prossime ore e lanciata con il nome di “Inculu”;

6) Per le casse integrazioni sparite dai radar consiglio alle lavoratrici e ai lavoratori italiani una strategia di buonsenso: cambiate nazionalità e vi assicuro che con la ministra Teresa Bellanova riusciremo a escogitare una soluzione rapida e indolore. Per promuovere il ritorno alla terra, invece, ai primi cento cassintegrati che faranno domanda per la partecipazione alla raccolta dei pomodori e delle angurie è previsto il “bonus Speranza”, assegno mensile da spendere obbligatoriamente per una vacanza rigenerativa in un monastero di clausura insieme al rassicurante ministro della Salute.

7) Impegnati in una necessaria riorganizzazione della scuola stiamo studiando l’innovativo piano di rilancio della didattica “vicina e lontana”, con l’idea rivoluzionaria della ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina che prevede, scusatemi l’estrema sintesi, la sostituzione di tutti i presidi con i bidelli per una bonifica straordinaria dei plessi scolastici, e successivamente di tutti i docenti con gli studenti per la definitiva eliminazione dei libri e la libera circolazione del primato digitale;

8) Sarà obbligatorio, nei mesi estivi, l’uso del metro per calcolare il distanziamento sociale. Con il nostro dipartimento di comunicazione istituzionale stiamo realizzando in tempi record un tutorial per il corretto utilizzo dello strumento affidato al popolare Rocco Siffredi. Attenzione, sarà severamente vietato l’impiego di righelli, squadrette e metri da sarto. Per evitare il diffondersi dei furbetti della misurazione, ho già dato mandato al commissario straordinario Domenico Arcuri di sospendere l’acquisto delle mascherine e dedicarsi al reperimento di metri a norma, piegabili in legno o allungabili in alluminio;

9) In merito al dissenso sull’azione del Governo, poiché la democrazia la consentiamo ancora ma non possiamo tollerare chi la pensa diversamente da noi, a malincuore siamo stati costretti a prendere i seguenti provvedimenti: arresti domiciliari per chi continua a invocare con subdola insistenza l’acquisto di una vocale nel prossimo Dpcm e una multa di 1000 euro per chi, nonostante le nostre ripetute informative, scambia ancora il Dpcm per una presa della smart tv;

10) Dal 1° luglio sarà obbligatoria l’autocertificazione sull’attività onirica di ogni residente sul territorio italiano affinché possa essere programmata un’adeguata sanificazione dell’anima e possano essere tracciati gli spostamenti nei sogni degli asintomatici;

11) Se non riuscite ad arrivare a fine mese non sarà consentito retrodatare la propria esistenza.

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Se ti va condividi

Post recenti

I miei libri

distratto il sogno passò

distratto il sogno passò

Tropico della spigola

Un giro di bardo

Tornasole

Stupidi Passanti

Tropico della spigola

Un giro di bardo

Tornasole

Stupidi passanti

Tropico della spigola

Un giro di bardo

Tornasole

Stupidi passanti